Giuseppe Andretta

Diplomato in lingue a Venezia nel 1986, frequenta due anni il DAMS a Bologna per poi abbandonare gli studi e seguire così la sua passione per la fotografia. Entra così in un laboratorio fotografico come assistente fotografo e stampatore in camera oscura. Curioso ed anticonformista per indole, si appassiona da subito alla fotografia sperimentando però continuamente tecniche nuove.

A metà degli anni ’90 vive la rivoluzione digitale con entusiasmo (pur mantenendo la passione per la pellicola) e si dedica allo studio dei software dedicati all’immagine digitale; converte la sua abilità di stampatore analogico nella gestione digitale del colore e nella tecnica di creazione di profili ICC. Nel 1996 fonda uno dei primi ‘service di stampa stampa on demand’ fornendo servizi di scansione, fotoritocco, post produzione con Durst Lambda e veri plotter inkjet.

Dal 2004 è un ACI (Adobe Certified Instructor), certificazione internazionale, e tiene in tutta Italia seminari su Lightroom e Photoshop o sulla gestione del colore e stampa Fine Art. È stato scelto da Teacher in a Box come docente per la registrazione di video corsi su Lightroom, Photoshop, Aperture e una collana sulla gestione digitale del colore, questi ultimi con la regia di Mauro Boscarol assieme al collega Claudio Marconato. È stato chiamato come relatore da Landscape Stories, Photolux Festival, SiFest, FIOF, Gruppo del Colore Digitale, Arrivano i Guru ecc. scoprendo tardi una propensione naturale all’insegnamento. Uno dei suoi ultimi progetti fotografici è stato esposto alla Fiera Internazionale d’Arte a Siviglia nel 2016.

Tiene un blog personale e ha scritto diversi articoli su riviste specializzate sul digital imaging e la gestione digitale del colore e ha collaborato, come consulente esterno, con diverse aziende del settore: Apple, Epson, Hasselblad, Nikon e Wacom. Collabora da anni come testimonial Coloratti con la X-Rite Pantone per l’utilizzo di software e hardware di gestione del colore. Insegna allo IED di Milano la materia di ‘gestione del colore’ all’interno del Dipartimento di Fotografia. Dal 2013 è Leica Ambassador e docente della Leica Akademie, nello stesso anno ha intrapreso una nuova attività, parallela a quella di consulente indipendente, come stampatore Fine Art.

www.giuseppeandretta.com

Pietro Baroni

Laureato in Scienze Naturali a Milano, intraprende il percorso di fotografo come accurato osservatore di mondi nuovi da esplorare, persone da scrutare, per poi documentare. Dopo aver fatto ricerca in Tanzania e Kenya, con uno studio sui leoni, e poi in Islanda e Marocco come guida, Baroni incomincia a sviluppare la sua passione per la fotografia. Collabora con riviste come Panorama Travel, Bell’Europa, Bell’Italia e Marie Claire. Dai paesaggi visitati e vissuti in questi spostamenti, Pietro approda a un passo successivo di ricerca per gli scatti fotografici: il sociale, anche grazie a un lungo soggiorno a Sarajevo, e la città, raccontati attraverso l’essere umano, e le sue espressioni. Nel 2012 vince un premio all’ International Photography Awards (IPA) con il progetto Milan Closets. Nel 2013 espone a Palazzo delle Stelline nella mostra Lost in caos  il suo progetto Eternity (che vince un premio all’IPA 2013) e lo stresso anno si fa conoscere ad un pubblico più ampio con l’esposizione deejanellarmadio, sguardo intimo degli artisti di Radio Deejay, il celebre network italiano. Gli scatti di Pietro Baroni hanno rigore estetico e serietà nel narrare paesaggi, città e persone. Il percorso di Baroni si sviluppa su due strade, la prima, data dalla sua base di viaggiatore e osservatore, è quella del paesaggio minuziosamente scrutato e dello studio sociale. La seconda, degli ultimi anni, ha una valenza più artistica e sperimentale, in cui lavora soprattutto sul ritratto umano e sul volto. Con una riconoscibile pulizia dell’immagine.

Maurizio Beucci

Maurizio Beucci è un fotografo di eventi, backstage e moda, docente di Leica Akademie Italy.
Nato a Torino nel 1978, si è diplomato all’accademia John Kaverdash di Milano in fotografia di moda e still life.
Le sue fotografie sono state pubblicate su riviste e quotidiani nazionali e internazionali e sono state esposte alla Leica Galerie Milano, allo Spazio Tadini – Casa Museo di Milano, al JCT di Torino e alla Somerset House di Londra.
Nel 2015 è shortlisted al Sony World Photography Awards con il lavoro “Lindy Hop” pubblicato nel 2016 per LFI.
Dal 2015 è Responsabile di Leica Akademie Italy. Attualmente vive a Milano.

www.mauriziobeucci.com

www.instagram.com/mauriziobeucci/

Andrea Boccalini

Fotografo trentasettenne, ha iniziato la propria attività da professionista con il reportage lavorando in diversi progetti in Guatemala, su lavoro minorile e movimenti di resistenza campesina contro lo sfruttamento delle risorse minerarie. Progetti che sono sfociati in una mostra per l’Onu dei giovani e per la pubblicazione “Conflictos mineros y pueblos indigenas en Guatemala” di Joris van de Sandt. Dopo il reportage è subentrata la passione per la fotografia di scena teatrale e jazz e per la ritrattistica. Negli ultimi quattro anni le sue immagini sono apparse su riviste nazionali ed internazionali (New York Times, New York Post, Repubblica, Jazztimes, Downbeat, Musica Jazz e molte altre) e ha scattato le immagini di oltre cento dischi di artisti Italiani e Internazionali. In teatro oltre a seguire produzioni indipedenti, ha lavorato con Peter Stein, nella sua rilettura dei “Demoni”. Molto attiva anche la sfera didattica che lo ha visto impegnato in decine di Workshop e corsi svolti in tutta Italia. In occasione della fase finale del leica Talent, selezionato tra oltre 45.000 Iscritti, si è riaccesa la passione per il reportage. Il suo ultimo progetto “Corviale” dal nome del quartiere della periferia di Roma commissionato da LFI, è diventato una mostra prodotta da Leica Italia ed esposta al Photolux Festival di Lucca.

www.andreaboccalini.it

Vieri Bottazzini

Leica Ambassador, docente Leica Akademie Italy e Formatt-Hitech Partner Artist, dal 2010 coniugo la mia passione per la fotografia con il mio amore per la natura e gli spazi aperti dedicandomi esclusivamente alla fotografia di paesaggio. Con venticinque anni d’insegnamento alle spalle, credo fermamente che i Workshop siano il miglior modo per condividere il mio entusiasmo per la fotografia e per le bellezze della Terra con persone altrettanto appassionate. In questi anni, ho lavorato nel Sudovest Americano, in Scozia, Irlanda, nel Regno Unito, in Francia, Spagna, Turchia e naturalmente in Italia, dove sono tornato a vivere nel 2014 dopo quindici anni all’estero. Associate del prestigioso British Institute of Professional Photography (ABIPP) e European Photographer (EP), il mio lavoro è stato esibito e pubblicato in campo internazionale ed è parte di diverse collezioni private. Quando non sono in giro per il mondo a fotografare, insegnare o per conferenze, mi dedico alla stampa delle mie foto e alla scrittura di recensioni e articoli di argomento fotografico.

www.vieribottazzini.com

Davide De Martis

Davide De Martis, fotografo classe 1979, inizia a viaggiare per lavoro non appena maggiorenne. Attraverso il viaggio e la professione in paesi ai margini della società, matura la sicurezza e la capacità di relazionarsi con persone di ogni genere e nazionalità; il suo bagaglio di esperienze umane e professionali è ciò che oggi caratterizza il suo lavoro. Diplomato all’Istituto Europeo di Design nel 2010, specializzato in ritratto e reportage, lavora regolarmente in ambito fotografico corporate e adv.   

I suoi lavori sono stati esposti al centro Phos di Torino e in diverse fiere d’arte contemporanea tra cui The Others Fair e Photissima.

Docente Leica Akademie Italy dal 2017.

www.davidedemartis.it

Marc De Tollenaere

Marc De Tollenaere è un fotografo freelance con base a Venezia. Ha cominciato a lavorare con Gianni Berengo Gardin ed è poi stato allievo di David Alan Harvey, Kent Kobersteen (storico photo editor del National Geographic), Antonin Kratochvil, Anders Petersen e Arno Minkkinen. Dal 2006 collabora con la casa editrice Biblos per la quale ha pubblicato vari libri fotografici della collana “Viaggio nelle Venezie”, oltre a due monografie, “Venezia ai confini della luce” nel 2007, e “Gondole” nel 2009, presentato da Alvise Zorzi. Ha fotografato per Prada, Samsung, Bella Italia, Elle, Regione del Veneto, Caffè Florian. Dal 2009 ad oggi ha organizzato e tenuto workshops fotografici in India, Nepal, Vietnam, Islanda Turchia, Cambogia, oltre che a Venezia, di cui è uno dei più profondi conoscitori. Nel 2013 insieme a decine di appassionati ha fondato a Venezia l’Associazione Fotografica “Marco Polo” di cui è attualmente il Presidente. Nel 2011 è stato autore, insieme a Harry De Zitter e Douglas Kirkland, della mostra “Veneto, così vicino così lontano” esposta a Bassano Fotografia.

www.marcdetollenaere.com

Alessandro Mallamaci

Leica ambassador e docente della Leica Akademie, tiene regolarmente corsi e workshop intensivi di fotografia e post-produzione. Finalista a Portfolio Italia nel 2015, nello stesso anno espone al SiFest Off. Ha al suo attivo pubblicazioni, mostre e collaborazioni con quotidiani e riviste. Esperto di post-produzione e stampa fine art, è socio Tau Visual, Associazione Nazionale Fotografi Professionisti e ha collaborato a Miss Italia nel 2011. Socio fondatore dell’associazione Il cerchio dell’immagine, uno dei centri di formazione più importanti in Italia nel settore fotografico.

www.alessandromallamaci.it
blog.alessandromallamaci.it
workshop.alessandromallamaci.it
www.ilcerchiodellimmagine.it

Stefano Mirabella

Stefano Mirabella è nato e vive a Roma dal 1973, nel 2003 muove i primi passi nel mondo della fotografia frequentando alcuni corsi nelle migliori scuole di Roma. Subito dopo inizia un percorso fotografico personale, che lo vede impegnato nel reportage sociale, numerosi i viaggi fotografici all’estero: Thailandia, Cambogia, Laos, Birmania, India, Siria e territori occupati palestinesi. Queste esperienze danno vita ad alcune mostre personali e pubblicazioni varie. La passione per la fotografia lo porta a intraprendere la strada dell’insegnamento, tiene costantemente corsi di fotografia avanzati e di base, individualmente o per conto di associazioni e scuole.

Dal 2012 pratica la Street Photography. Entra subito a far parte del collettivo italiano Spontanea.   Vive la fotografia di strada come un’opportunità per stare tra la gente e riscoprire la sua città.   Predilige quel tipo di fotografia che è in bilico tra la voglia di rappresentare la realtà e il desiderio di trascenderla.

Ama profondamente il genere e cerca di condividerlo tramite l’insegnamento, ha tenuto workshop di Street Photography presso le associazioni fotografiche Laboratori Visivi e Prospettiva 8. Finalista del Leica Talent 2014 è diventato Leica Ambassador dal 2015.

www.stefanomirabella.com

Eolo Perfido

Fotografo Pubblicitario, Ritrattista e Street Photographer.

Ha lavorato con alcune tra le più importanti agenzie di comunicazione del mondo ed i suoi lavori sono stati pubblicati su testate come il New York Times, Communication Arts, L’Espresso, Panorama First, Vision, Vogue Russia, GQ Russia, Computer Arts.

Tra i suoi clienti aziende come Pepsi Cola, Samsung, Sky Television, Adidas, Kraft, Gatorade, Symantec, Breil, Oxydo, Medusa Cinema.

Vincitore nel 2009 del Premio Fotografico per la sezione Arte e Ricerca Creativa dell’associazione nazionale fotografi italiani Tau Visual.

Fondatore di Storm Studio dedicato alla post produzione digitale delle immagini.

www.eoloperfido.com – www.walkingphotographer.net